Artroprotesi

Patrizia Lenzi

Salve, il 12 aprile mi sono sottoposta ad un intervento di artroprotesi, sembra riuscito bene. Da una settimana ho lasciato anche la seconda stampella perché cammino senza problemi, tuttavia ho una grandissima difficoltà ad avviare i primi passi dopo essere stata ferma un po' e provo un po' di dolore dietro la coscia. Mi hanno detto che devo ancora rinforzare i muscoli dell'arto operato e del gluteo. Ma è pur vero che io faccio ginnastica tutti i giorni sia con fisioterapista sia da sola, pertanto, non riesco a capire perché mi succede tutto questo. Sarà a causa di una discopatia al livello delle vertebre L4/L5 che mi provoca un piccolo problema al muscolo adduttore grande di quella stessa gamba rilevato con una elettromiografia? Grazie anticipatamente per la risposta.

3 risposte degli esperti per questa domanda

Salve , bisognerebbe capire il motivo che l'ha portata alla protesi, in caso di protesi da usura della Coxo femorale questi fastidi sono normali xchè deve considerare che i suoi muscoli e le strutture molli devono riorganizzarsi alla nuova e corretta biomeccanica che la protesi le consente , comunque io credo che la sua idea sulla sofferenza emersa dalla elettromiografia non sia infondata, le consiglio di chiedere al suo fisioterapista di farle inserire nella routine di esercizi giornalieri alcuni di neurodinamica per il nervo ... Anche se la parte posteriore della coscia è innervata dallo sciatico e non dal nervo femorale , per una valutazione migliore dovrà attendere il recupero completo della forza degli ischiocrurali e del gluteo per qualsiasi altra cosa sono a sua disposizione

Salve, la difficoltà ad avviare i primi passi dopo inattività prolungata è abbastanza normale nel post operatorio e per i primi 3-6 mesi, tuttavia occorrerebbe valutare la presenza di eventuali rigidità e disfunzioni sia della zona lombo-pelvica che  degli arti inferiori e del resto del corpo per  risolvere il suo disturbo. La debolezza di alcuni gruppi muscolari e il relativo rinforzo spesso non è l'unico aspetto di cui preoccuparsi nella riabilitazione della protesi d'anca

Saluti

Patrizia buongiorno e scusi il ritardo nella risposta..

Dalla descrizione suppongo che si sia sottoposta ad un intervento di protesi d anca(non lo specifica).Deve avere pazienza perché occorre tempo per tornare alla normalità, diciamo che il prossimo Aprile si dimenticherà di avere una protesi ma fino ad allora qualche dolore a seconda delle attività svolte potrà sempre comparire.io personalmente sono contraria ad un eccesso di esercizi di rinforzo in quanto possono creare delle rigidità all articolazione a livello della cicatrice..consiglio più esercizi di allungamento ed elasticizzazione dei tessuti a livello muscolare..faccia esercizi di trasferimento di carico,esercizi propriocettivi,rieducazione al passo e lasci perdere il rinforzo.se cammina ed inizia mano mano a riprendere la sua vita la muscolatura risponderà ugualmente ma nel rispetto dei tempi di guarigione senza creare rigidità. Le auguro il meglio ,

Cordiali saluti