Dolore al ginocchio: quali sono cause e le patologie più comuni? Come si può curare?

Staff Fisioterapia Online

Il dolore al ginocchio, noto in ambito medico come gonalgia, è un sintomo piuttosto diffuso e che può colpire persone di tutte le età. Il ginocchio è tra le articolazioni del corpo umano la più grande e complessa, oltre ad essere quella maggiormente utilizzata. Soltanto grazie al ginocchio è possibile effettuare la dinamica del passo o salire le scale. Pertanto è facile intuire quanto il dolore al ginocchio possa compromettere la capacità motoria dei soggetti che ne soffrono, diventando nei casi acuti e cronici un disturbo invalidante. Il consiglio che vogliamo dare a chi soffre di questo fastidioso dolore è di non procrastinare il consulto con un medico specializzato. Una diagnosi precoce in questi casi è fondamentale. Si evita di peggiorare la situazione che se presa in tempo potrebbe richiedere una semplice terapia contenitiva e si evita di cronicizzare il dolore.

INDICE DELL'ARTICOLO

COME E' COMPOSTO IL GINOCCHIO
QUALI SONO LE CAUSE DEL DOLORE AL GINOCCHIO
RIMEDI FISIOTERAPICI?

Come è composto il ginocchio?

Il ginocchio è composto da 4 elementi ossei: femore, tibia, rotula e perone. A rendere stabile l’articolazione, a regolare ed impedire il movimento eccessivo ci sono i 4 legamenti principali: crociato anteriore, crociato posteriore, collaterale mediale e collaterale laterale. Vi sono poi i tendini che uniscono i muscoli alle ossa, contribuiscono anch’essi alla mobilitazione e alla stabilizzazione del ginocchio. In totale ne sono 4: tendine rotuleo, del quadricipite, del popliteo, della zampa d’oca. Infine vi sono le borse sierose, delle piccole sacche rivestite da una membrana e che contengono il liquido detto sinoviale. Quest’ultime evitano che vi sia un eccessivo sfregamento tra tutti i tessuti dell’articolazione. Le principali sono 3: borsa rotulea, borsa poplitea e borsa della zampa d’oca.

Quali sono le cause del dolore al ginocchio?

Il dolore al ginocchio può essere il sintomo di numerosi disturbi e molteplici patologie, anche non strettamente collegate al ginocchio. Di seguito elenchiamo le cause più frequenti:

  • Traumi e fratture del ginocchio a causa di infortuni sportivi o incidenti
  • Borsite del ginocchio nota come “ginocchio della lavandaia” : è un’infiammazione della borsa sierosa. Insorge quando si è per periodi prolungati tempi inginocchiati su superfici dure o in seguito a traumi ripetuti
  • Artrosi del ginocchio (osteoartrosi)
  • Lesioni del menisco e dei crociati
  • Morbo di Osgood-Schlatter o osteocondrosi dell’apofisi tibiale anteriore è un processo degenerativo della tuberosità tibiale. Si verifica a causa della tensione del tendine del muscolo quadricipite che supera la rotula e si inserisce nella tuberosità tibiale. Comporta la formazione di una protuberanza visibile nel punto di intersezione del tendine del quadricipite sulla tibia. ed è proprio quest’ultima che causa il dolore soprattutto nella parte anteriore.
  • Cisti di Baker (cisti poplitea): questa sacca si forma a causa dell’accumulo di liquido sinoviale che fuoriesce dalla borsa poplitea. Ad occhio nudo dà l’idea di una noce ed è localizzata dietro al ginocchio, nella zona in cui il muscolo semimembranoso della coscia si collega al gastrocnemio del polpaccio.
  • Sindrome femoro-rotulea: interessa l’area anteriore del ginocchio ed è causata dal cattivo scorrimento tra rotula e femore. Il dolore al ginocchio si verifica in quanto è in atto un processo infiammatorio che coinvolge la cartilagine della rotula e della gronda femorale.
  • Artrite
  • Patologie autoimmuni
  • Disturbi metabolici


In quali casi la fisioterapia può rappresentare un valido rimedio?

La fisioterapia può rappresentare un’ottima cura quando il dolore al ginocchio è causato da disfunzioni muscolo-scheletriche. E’ importante sottolineare che per alcune patologie ed in determinate situazioni potrebbe essere necessario ricorrere anche ad un intervento chirurgico. Ciò accade quando le componenti dell’articolazione presentano danni che non è possibile “riparare” soltanto con gli strumenti della fisioterapia. Quest’ultima interviene nella fase che precede e che segue l’operazione. Riportiamo di seguito le principali tecniche e strumentazioni utilizzate per curare il dolore al ginocchio. Ovviamente il percorso terapeutico dipende dalla situazione specifica del paziente e va sempre elaborato da medici e fisioterapisti che dispongono dei titoli e delle specializzazioni necessarie.

Tecniche di terapie manuali: si fa riferimento alle mobilizzazioni, alla massoterapia e a particolari massaggi che hanno lo scopo di ridurre il dolore e di ottimizzare le varie componenti dell’articolazione a livello funzionale e biomeccanico.

Trattamenti con mezzi fisici: questi agiscono come antidolorifici e antinfiammatori e spesso riducono i tempi di guarigione. Rientrano in questa categoria: la laserterapia, l’ultrasuonoterapia, l’elettroterapia, l’ipertermia, i trattamenti che utilizzano le onde d’urto, la tecarterapia soltanto per citarne alcuni.

Rieducazione posturale: un percorso valido soprattutto nei casi in cui il dolore al ginocchio è dovuto a sovraccarichi e carichi erronei. Attraverso una serie di esercizi fisici il fisioterapista educa il paziente ad assumere e mantenere una postura corretta (ergonomica e sana). Soltanto in questo modo si evita che il sistema muscolo-scheletrico funzioni correttamente e non sia esposto a disturbi o sviluppi delle patologie.

commenta questa pubblicazione

Sii il primo a commentare questo articolo...

Accedi o Registrati per inserire un commento