Mal di schiena

Sindrome del piriforme

Francesco Paolo Caracausi

Condividi su:

Che esercizi posso fare per disinfiammare il piriforme che a sua volta mi causa una sciatalgia?

8 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buon giorno signor Francesco. È difficile spiegare per messaggio gli esercizi di allungamento per il piriforme. Sicuramente importante è il massaggio profondo in zona trocantere (tendine inserzione del muscolo). In ogni caso se non lavora sulle cause dell'infiammazione, gli esercizi avranno effetto limitato. Di solito è necessario un trattamento (osteopatico meglio) di bacino, sacro e un lavoro su pavimento pelvico.


Resto a sua disposizione per altri chiarimenti.


Cordiali saluti 

Buongiorno. Il piriforme può essere allungato con comunissimi esercizi di allungamento abbinato alla rotazione interna dell'arto con sfumati o nulli risultati. Per avere immediati e sensibili miglioramenti è necessario il trattamento manuale. In questo periodo in cui non sono permesse distanze sociali minori di un metro può essere di aiuto semplicemente sedersi su una pallina da tennis posizionandola proprio dove sente il dolore cercando di schiacciarla. È una sorta di auto terapia che può dare risultati insperati. Mi faccia sapere. 
cordialità

Buongiorno,


in caso di sindrome del piriforme io non consiglio esercizi, bensì allungamento di tutta la catena posteriore, soprattutto del grande gluteo. Molto utile può essere il posizionare una pallina da tennis proprio sulla parte esterna del gluteo, in corrispondenza del muscolo piriforme. Naturalmente queste sono piccole manovre che può fare in autonomia, nelle mani di un fisioterapista troverà sollievo con altre adatte alla sua persona.


La saluto cordialmente.


Resto a disposizione per ulteriori consigli e chiarimenti

Salve, per la sindrome del piriforme è importante, in primis, ammorbidire il muscolo interessato con un trattamento fasciale (delle pressioni di circa 90 secondi x tutta la lunghezza del muscolo), in secundis un trattamento di allungamento dello stesso, attraverso una, adduzione, extrarotazione e flessione dell'anca, combinati (afferrare l arto interessato e tirarlo verso l addome, in posizione supina). 

Gentile Francesco,


per avere una diagnosi di “sindrome del Piriforme” vuol dire che ha già fatto una visita medica o fisioterapica. Spero le avranno spiegato di cosa si tratta, quindi riassumerò velocemente e consiglierò gli esercizi da eseguire.


1.    Ipomobilità lombo-sacrale


2.    Ipomobilità del femore


3.    Accorciamento dei muscoli “Piriforme” e posteriori della coscia.


 


Eseguire in successione


1.    Auto-massaggio con arnica, canfora o artiglio del diavolo per tutta la lunghezza del Pirifome, estendere poi a gluteo, lombare e posteriore cosce.


(cerchi l’immagine per sapere bene dove trovarlo. Il massaggio deve essere profondo con piccoli cerchietti. 5 min, deve sentire un dolore 4/10 al massimo


2.    Eseguire la sequenza del gatto come mostrato nel video (i primi 3 minuti). Successivamente potrà eseguire l’intera sequenza.  Almeno 5 ripetizioni per esercizio, molto lentamente.


https://www.youtube.com/watch?v=TsQVApNTlOA&list=PLSPbURnorImdbP2051BsPJUmDCnx131xF&index=2


 


3.    Eseguire la sequenza dei primi due minuti presenti nel video. Ripetere 2-3 volte per ogni gamba. Mantenere ogni posizione per 20-30 secondi, NON DI MENO.        


https://www.youtube.com/watch?v=5fwff02nKO8&list=PLSPbURnorImdbP2051BsPJUmDCnx131xF&index=3


 


4.    Dalla terza seduta inserire il rinforzo del gluteo.
Distesi di lato, ginocchia flesse, sollevare lateralmente la gamba (come se da seduto dovessi allargare le gambe), massima apertura, rimango 3 secondi e scendo. 3 x 6 per ogni gamba



Le consiglio di farsi seguire da un Fisioterapista almeno per una seduta, in modo che possa controllare i suoi movimenti.


Se necessita di altre informazioni mi contatti direttamente.

Prima di tutto andrebbe verificato se la sua sciatalgia non è di origine radicolare, il che cambierebbe completamente l'approccio.


Dopodichè in caso di eventuale sindrome del piriforme potrebbe fare esercizio attivo per i muscoli rotatori esterni, utilizzando anche eventuali tecniche di contrazione e rilasciamento (M.E.T) o di allungamento. Altra cosa importante potrebbe essere capire quali sono i fattori aggravanti o allevianti il suo disturbo e partire da quelli per darle delle indicazioni di gestione.

Buongiorno,


la ringrazio di avermi scritto.


Innanzitutto cerchiamo di eliminare la causa di questa infiammazione, la sedentarietà lavorativa cercando di fare qualche pausa in piedi/camminando per evitare di stare troppe ore seduti.


Si può aiutare allungando i muscoli della catena posteriore:



  • Seduto a terra con il sedere nell’angolo creato dalla parete e pavimento, testa a contatto con la parete, occhi che fissano un punto davanti a le lentamente distenda le gambe in avanti e porti le punte dei piedi verso il tuo viso. Sentirà un allungamento di tutta la catena posteriore del suo corpo.Si eserciti a respirare con il diaframma mantenendo la posizione per 20 secondi.

  • Lo stesso esercizio lo può ripetere in piedi e piano piano porta il mento allo sterno e inizia a scendere con le mani verso il pavimento, senza oscillare fa dei respiri profondi e quando ha finito piega di qualche centimetro le ginocchia e inizia a salire con la colonna, l’ultima parte del corpo che sale è la testa.

  • Un altro esercizio che può alleviare la sintomatologia avviene da supino, una gamba e distesa sul pavimento e l’altra è piegata verso il petto, si aiuta a tenere la posizione con entrambe le mani sulla gamba piegata, anche qui qua,che respiro senza oscillare e poi cambia la gamba.


spero di averla aiutata 


 

Buongiorno Francesco, la domanda è molto complessa nella sua semplicità, anche perchè recenti studi scintifici dimostrano che il dolore riferito al piriforme in realtà dipende molto più probabilmente dalla zona lombare, probabilmente per il mantenimento troppo prolungato di determinate posture, soprattutto da seduto. In ogni caso per dare un sollievo immediato (non è detto che sia duraturo, ma quanto meno allieva il sinotomo) ci sono delle tecniche di stretching, come mettersi supini, piegare il ginocchio del lato interessato e appoggiare il piede al di là della gamba che resta tesa; con la mano opposta al lato dolente porti il ginocchio piegato ancor di piu dal lato opposto fino a sentire tensione/sollievo e mantenga la posizione per massimo un minuto. Inoltre può sdraiarsi supino su una superficie rigida con sotto una palla da tennis, o qualsasi oggetto rigido ma deformabile in prossimità del punto che le arreca dolore, a quel punto muova il corpo cercando di tenere la zona rilassata in modo che la palla massaggi dove le fa male, la sensazione che deve sentire sarà di dolore ma piacevole. Il consiglio ulteriore però è quello di tenere mobilizzata la colonna lombare con esercizi di mobilità, spero di essere stato utile, un saluto

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Mal di schiena"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande al Fisioterapista" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Dolore lombare quando cammino o corro. Dolore alle anche se divarico le gambe

Quando faccio delle camminate dopo un po' tutta la parte lombare mi si irrigidisce e mi si bloccano ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.