Tendinite cuffia dei rotatori

Tendinopatia della spalla

Federico

Condividi su:

Gentili dottori vi scrivo un un vs. parere riguardo una mia problematica alla spalla destra insorta come leggero fastidio lo scorso settembre a causa di sovraccarico dei tendini durante la scorsa estate quando alla normale attività di pesi ho aggiunto nuoto e soprattutto movimenti bruschi delle braccia per imparare coreografie di ballo.
Ho eseguito un ecografia oggi che ha evidenziato una leggera infiammazione del sovraspinato e un edema al sottospinato:

“distensione anecogena del peritenonio del sovraspinato in sede preinserzionale in assenza di lesioni del corpo tendineo, modesto edema peritendineo del sottospinato, non alterazioni a carico dei restanti tendini costituenti la cuffia dei rotari”

Come terapia mi ha detto di prendere per una decina di giorni un FANS per bocca, e dovrò fare un ciclo di laser terapia (pacchetto previsto dall’RSA per queste problematiche), nel frattempo riposo totale fino a scomparsa dei sintomi, solo allora ripresa con i pesi in modo graduale.
La spalla non mi duole nelle attività quotidiane, solo mettendola in angoli estremi come ad esempio braccio disteso che punta posteriormente e alzandolo lo ruoto per portarlo in avanti, sento dolore.
Volevo sapere secondo voi quale è la migliore terapia per far riassorbire il versamento? Ghiaccio? Fans per bocca? Fisioterapia con laser tecar? Stretching? Cerotti medicati la notte? Una o più di queste cose assieme?
Il periodo di riposo totale quanto dovrà durare verosimilmente prima di ricominciare a ricondizionare i tendini con i pesi aumentati gradualmente?
Vi ringrazio nel caso vogliate rispondere. Cordiali saluti

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Federico,


la sintomatologia da lei descritta e quanto riportato dall'esame ecografico indicano verosimilmente un quadro di tendinopatia a carico dei tendini della spalla (dico tendinopatia e non tendinite in quanto al momento la letteratura scientifica propende per l'utilizzo di tale termine onde evitare confusione).


Non entro in merito alla terapia medica impostata in quanto non di mia competenza. Per quanto riguarda gli altri tipi di terapia: la laserterapia può coadiuvare il trattamento antinfiammatorio orale, l'utilizzo del ghiaccio apporta sollievo momentaneo in caso di sintomatologia algica, ma se nelle attività della vita quotidiana non ci sono fastidi sulla spalla allora non vedo l'utilità nell'utilizzo del ghiaccio. 


Attualmente le  migliori evidenze scientifiche nel trattamento fisioterapico delle tendinopatia propendono per l'utilizzo di programmi di esercizio terapeutico strettamente sorvegliati da un fisioterapista. Le sconsiglierei dunque il riposo assoluto in quanto il carico favorisce il benessere dei tendini (come per tutto il nostro sistema muscoloscheletrico).


Il mio consiglio dunque è quello di rivolgersi ad un bravo fisioterapista che sappia approcciarsi alla problematica fornendo anche un programma di esercizio terapeutico mirato sulla sua spalla, non aspetti tempo per vedere come va p non faccia un programma fai da te altrimenti il rischio di sovraccaricare nuovamente le strutture è piuttosto reale.


Cordiali saluti,

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Tendinite cuffia dei rotatori"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande al Fisioterapista" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda


Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.