Macchinari e attrezzature

Macchinari e attrezzature

Tecarterapia

FISIOTERAPIA PER LA RIABILITAZIONE E CONTRO IL DOLORE

La metodologia di Human Tecar è efficace nel trattamento precoce di tutte le patologie non chirurgiche osteoarticolari e muscolari, acute e croniche.
Dopo la diagnosi del medico, il terapista utilizza in sinergia tecnologie all’avanguardia, tecniche manuali sofisticate e prodotti funzionali per un risultato stabile e duraturo.

PROTOCOLLI

  • Lesioni muscolo-scheletriche quali contratture; strappi ed elongazioni muscolari; tendinopatie acute e croniche; distorsioni, sinoviti, borsiti;
  • Affezioni articolari degenerative e infiammatorie (artrosi e artriti);
  • Processi infiammatori delle estremità e della colonna vertebrale con sintomatologia dolorosa e limitazione funzionale (cervicalgia, dorsalgia, lombalgia, brachialgia, lombo-sciatalgia, ischiocruralgia ecc.);
  • Lesioni da sovraccarico funzionale tipiche delle attività sportive e lavorative (gomito del tennista, ginocchio del saltatore, spalla del lanciatore, sindrome del tunnel carpale, metatarsalgie, fascite plantare ecc.);
  • DOMS (Delayed Onset Muscle Soreness), che insorge a seguito di esercizio eccentrico o fatica muscolare; Condizioni che richiedono un’azione facilitante sul rilasciamento muscolare;
  • Patologie vascolari periferiche quali il piede diabetico, le ulcere varicose, le ulcere da decubito, ecc.
 

TERAPIA FISICA


LA TECARTERAPIA
La tecnologia Human Tecar ha segnato una svolta fondamentale nel m 8ella fisioterapia e della riabilitazione. La tecnologia brevettata consiste nell'applicazione di una radiofrequenza specifica ai tessuti affinché, attraverso l'aumento del metabolismo, si arrivi alla guarigione e alla risoluzione delle patologie in tempi eccezionalmente brevi. La tecarterapia, attraverso le reazioni fisiologiche indotte, è la soluzione per la cura e la prevenzione dei disturbi più diffusi a carico del sistema osteoarticolare,
muscolare ed emo-linfatico. In sostanza, la tecnologia Human Tecar, attiva e accelera i naturali processi di riparazione accorciando drasticamen-te i tempi di recupero. Per combattere anche lo stress, l'invecchiamento, i disturbi del sonno.


I VANTAGGI
Rapida e inàolore l tempi di recupero sono ridotti. Il paziente avver-te dei benefici sin dalla prima seduta e, grazie alla sua biocompatibilità e non invasività, risulta piacevole e rilassante.
Selettiva e specifica L'effetto biologico si sviluppa esclusivamente nella zona trattata. Le modalità d'azione sono differenti a seconda del tipo di tessuto su cui si agisce: muscoli, ossa, tendini.
Sicura e flessibile La Tecarterapia® è semplice e sicura. Tutti gli strumenti sono sottoposti a rigorosi test scientifici. l livelli e l'intensità di azione sono personalizzati in base agli obiettivi terapeutici e alla risposta del paziente.

Laserterapia

La laserterapia, consente nell'utilizzare per scopo terapeuticonel settore della Fisioterapia gli effetti prodotti dall'energia elettromagnetica generata da due sorgenti di luce laser.


Il flusso Laser, penetrando nei tessuti, provoca delle razioni biochimiche sulla membrana cellulare e all'interno dei mitocondri, che inducono diversi effetti tra i quali:
- vasoldilatazione
- aumento del drenaggio linfatico

La terapia del dolore e' data dall'azione analgesica che viene indotta dall'aumento della soglia della percezione delle terminazioni nervose algotrope e dalla liberazione di endorfine.
L'effetto antiflogistico, antiedema, e stimolante, e' dato dall'aumento del flusso ematico dovto alla vasodilatazione capillare ed arteriolare.


Indicazioni principali:
- Scopo antalgico-rigenerativo-antiflogistico-stimolante
- Tendinite
- Epicondiliti
- Nevralgie
- Traumi dei tendini
- Traumi muscolari
- Reumatismi flogistici
- Connettiviti reumatiche
- Miositi reumatiche
- Osteoporosi
- Contusioni
- Fratture
- Acne
- Lombosciatalgie
- Distorsioni
- Borsiti


Controindicazioni principali:
- Irradiazione diretta agli occhi
- Irradiazione riflessa agli occhi
- Mastopatia fibrocistica
- Epilessie
- Aritmie cardiache
- Flebopatia profonde
- Neoplasie
- Portatori di pace maker
- Gravidanza
- Reumatismo articolare acuto
- Spondilite anchilosante grave

 

Magnetoterapia

La terapia produce un apporto di cariche negative all'interno del tessuto ed influenza gli scambi ionici nelle membrane cellulari.


L'effetto terapeutico che ne deriva è il ripristino dei potenziali di riposo delle cellule, con un accrescimento del consumo di ossigeno e un conseguente aumento dell'irrorazione sanguigna. Per questi motivi aumenta l'attività biologica con stimolazione alla rigenerazione tissutale. La magnetoterapia produce un potente effetto antinfiammatorio utilissimo nel trattamento di patologie dolorose sia croniche che acute. Altro effetto importante è quello di determinare una più rapida riparazione delle fratture riducendo i tempi di recupero fino al 40%.

 


SICUREZZA
Importanti caratteristiche della magnetoterapia sono:
- Assoluta innocuità dimostrata in oltre 50 anni di studi sperimentali e clinici.
- Terapia fredda. Infatti, utilizzando le ELF (Extremely Low Frequency) e non le microonde, non induce riscaldamento dei tessuti interni.
- Il trattamento è completamente indolore.

Indicazioni principali:
- Consolidamento fratture ossee
- Postumi di lussazione
- Contusioni
- Strappi muscolari
- Artrite
- Artrosi
- Ulcere cutanee
- Osteoporosi
- Epicondiliti recenti
- Cicatrizzazione ferite


Controindicazioni principali:
- Gravidanza
- Emorragie ripetute
- Malattie del sangue
- Insufficienze vascolari
- Uremie
- Ulcere con emorragie abbondanti
- Anemia
- Portatori di pace maker

Elettrostimolazione

ELETTROSTIMOLAZIONE DEL MUSCOLO DENERVATO
Si utilizzano correnti variabili per ottenere una contrazione muscolare al fine di rallentare i fenomeni degenerativi e atrofici a cui va incontro un muscolo denervato.

Indicazioni principali :
fenomeni di denervazione da neuroaprassia o assonotmesi

Controindicazioni principali:
portatori di pace-maker;
soluzioni di continuo della cute;
trattamento locale su flebiti e tromboflebiti;
trattamento locale sulla regione del glomo carotideo, presenza di dermatiti e ferite.


ELETTROSTIMOLAZIONE DEL MUSCOLO NORMOINNERVATO
Si utilizzano correnti elettriche variabili per ottenere una contrazione muscolare al fine di impedire o rallentare fenomeni di ipotrofia, di facilitare il recupero muscolare in distretti immobilizzati e per il potenziamento muscolare.

Indicazioni:
immobilizzazione prolungata; rieducazione muscolo trapiantato; mantenimento del trofismo muscolare

Controindicazioni:
portatori di pace-maker;
soluzioni di continuo della cute;
trattamento locale su infezioni e infiammazioni cutanee;
trattamento locale sulla regione del glomo carotideo;
trattamento locale su flebiti e tromboflebiti.

CORRENTI T.E.N.S.

Sono correnti a bassa frequenza, di forma rettangolare, esplicano effetto antalgico. La TENS consiste nell'applicazione sulla cute di lievi impulsi elettrici, che attivano fibre nervose di grosso diametro riducendo la percezione del dolore.


Indicazioni principali:
- trattamento dolore cronico
- nevralgie
- nevralgie occipitali
- dolori intercostali
- algie radicolari
- lombosciatalgie
- cervicobrachialgie
- dorsalgie


Controindicazioni principali:
- Presenza di metalli in situ
- Portatori di pace-maker
- Dermatiti
- ferite

Ultrasuoni

Gli ultrasuoni sono vibrazioni acustiche ad alta frequenza non percepibili dall'orecchio umano. In campo terapeutico, gli ultrasuoni, sono ottenuti in modo artificiale sfruttando la proprieta' di alcuni cristalli minerali sottoposti all'azione di un campo elettrico di corrente alternata di dilatarsi e comprimersi, emettendo in questo modo vibrazioni.


L'irradiazione ultrasonica genera, quindi, un micromassaggio di notevole intensita' agendo in profondita' nei tessuti. Gli ultrasuoni possono essere usati anche in immersione: la testina viene immersa in acqua insieme alla zona da trattare.
Come risposta fisiologica all'azione meccanica o termica sopramenzionata, possono essere visti gli effetti biologici seguenti:
- miglioramento della circolazione sanguigna
- rilassamento muscolare
- incremento della permeabilità della membrana
- incremento della potenza rigenerativa del tessuto
- azione sui nervi periferici
- analgesico

Indicazioni principali:
- Nevralgie
- Nevriti
- Borsiti
- Periartriti
- Spondilosi
- Ernie discali
- Coxartrosi
- Gonartrosi
- Eczemi
- Epincondiliti
- Tendinite
- Analgesico nelle forme artritiche

Controindicazioni principali:
- Cardiopatie
- Mal di ultrasuoni
- Tumori
- Ematomi
- Epifisi fertili
- Gravidanza
- Ghiandole genitali
- Neoplasie
- Callo osseo recente

 

Tutti gli Articoli & Risposte